Cellamare Music Festival

0
794

Da venerdì 26 a domenica 28 agosto andrà in scena, nel Campo Sportivo di Cellamare (BA), il Cellamare Music Festival (Ex Coachellamare), il festival pugliese voluto dal popolo del web e nato per scherzo su Facebook e diventato reale grazie alla più grande campagna di crowdfunding mai realizzata in Italia per un evento del genere.

Anche la piccola località di Cellamare (Bari) si adegua alle novità del web creando un proprio festival con artisti di spessore. E’ quasi tutto pronto per un evento atteso,  il  festival è organizzato con il sostegno del Comune di Cellamare, Città Metropolitana di Bari, in partnership organizzativa con Doc Servizi e la sponsorizzazione di PeroniDivella e Ecsa srl, Fly Sweetly Cafè, Ifao.it e R&B – Comunicazione e Produzione che già durante la campagna di raccolta fondi hanno dato il proprio contributo.

100 band e artisti indipendenti pugliesi che si alterneranno a ciclo continuo su due palchi attigui ( i cui nomi, che saranno svelati solo il giorno dell’inaugurazione, sono un tributo alla “storia” di Cellamare) per una 3 giorni di musica, arte e cultura a tutto tondo.

Tra i nomi più noti, oltre al martinese Renzo Rubino (già sul podio del Festival di Sanremo nel 2013 per la categoria “nuove proposte” e nel 2014 nella categoria “Big”) e al tarantino Diodato (classificatosi al secondo posto al Festival di Sanremo 2014 nella categoria “nuove proposte”), artisti che hanno fatto la storia del panorama musicale indipendente pugliese come i Nidi d’Arac (che torneranno insieme sul palco in occasione del festival), U’ PapunCamillorè e quelli più interessanti della scena odierna come Moustache Prawn, Una, Fabryka, La Municipàl, Molla, Leland Did It. Clicca qui per scoprire l’elenco completo degli artisti.

Il Cellamare Music Festival però non è solo musica ma anche workshop, attraverso incontri con giornalisti ed esperti del settore, extra-stage con esibizioni pomeridiane nel centro di Cellamare, enogastronomia, con lo spazio dedicato allo street food rigorosamente pugliese, arte e artigianato, con molti dei più interessanti designer e artigiani locali. Inoltre un allestimento che rispecchierà a pieno lo stile e lo spirito che ha contraddistinto finora il festival sul web.

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO