Sergio Mattarella nel ricordo di Paolo Borsellino

0
619

In occasione della ricorrenza della morte di Paolo Borsellino, avvenuta il 19 luglio del 1992, il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella ha ricordato l’eroica testimonianza del magistrato siciliano ucciso dalla mafia.

Occorre “lo spirito di unità tra le forze migliori della comunità”,  le dichiarazioni di Sergio Mattarella giungono nella giornata nella quale si fa memoria dell’uccisione del magistrato Paolo Borsellino. Anche il Presidente della Repubblica Italiana è stato,  suo malgrado, segnato dalla crudeltà delle logiche mafiose. Il 6 gennaio del 1980 veniva assassinato il fratello Piersanti Mattarella, tra i mandanti il boss Totò Riina.

Lo Stato e la società hanno gli anticorpi per colpire e sconfiggere tutte le mafie”, continua Mattarella, “il diritto e l’ordinamento democratico costituiscono garanzie, oltre che irrinunciabili presidi di civiltà. Sta alla responsabilità di tutti procedere con coerenza e determinazione”.

LASCIA UN COMMENTO