Bari: all’Istituto Comprensivo Statale “Duse” in arrivo 25 porte

0
372

La giunta ha approvato questa mattina la donazione di 25 porte destinate all’istituto comprensivo “Eleonora Duse” da parte dell’associazione di promozione sociale “Officina genitori per la Duse”.

Grazie alla partecipazione al bando “#LaNostraScuola – Ripulita e aperta a tutti”, promosso dalla fondazione “Mission Bambini” e “Fondazione con il Sud” e finalizzato a favorire la partecipazione di famiglie, volontari e cittadini al processo di riappropriazione e cura delle scuole come bene comune, l’Aps, in rete con l’istituto scolastico, ha ottenuto un finanziamento di 15mila euro attraverso il progetto “Porte Aperte su nuovi orizzonti”, che prevede l’acquisto di 25 porte in sostituzione di quelle attualmente installate nel plesso principale dell’istituto scolastico e la messa in posa delle stesse.

Nella fattispecie, le porte dovranno essere composte da due ante, di cui una più grande e di larghezza non inferiore a 90 centimetri (nel caso in cui l’aula debba accogliere più di 25 alunni, la porta dovrà essere dotata di maniglione antipanico).

Questa donazione – dichiara Giuseppe Galasso (assessore ai Lavori Pubblici)- è un esempio tanto straordinario quanto raro di come sia possibile contribuire al miglioramento del patrimonio pubblico, e in particolare degli ambienti scolastici, attraverso la partecipazione a bandi esclusivamente riservati ad altre realtà che non siano enti pubblici. Per l’amministrazione comunale, che è costretta a lavorare con risorse finanziarie sempre più scarse, si tratta di un atto importante per il suo valore simbolico, più che per quello economico. Per questo, a nome del sindaco e della giunta, voglio ringraziare i genitori degli studenti con l’augurio che comportamenti come questo diventino sempre più frequenti”.

“Si parla spesso di cittadinanza attiva e di cura dei beni comuni: questo è un esempio assolutamente calzante di entrambe le cose che noi vogliamo sostenere e rafforzare – commenta l’assessora alla pubblica istruzione Paola Romano -. L’amministrazione è impegnata  infatti a favorire la nascita e la crescita di esperienze di collaborazione tra cittadini e istituzioni nell’interesse della comunità, e la scuola Duse rappresenta già un laboratorio di partecipazione, come dimostra sia questa donazione sia l’impegno dei genitori che negli scorsi mesi hanno decorato le aule e messo a dimora nuove piante nel giardino dell’istituto. Mi auguro che tanti genitori seguano questo esempio e che anche altri soggetti attivi in città dedichino attenzione alle nostre scuole perché è da qui che comincia il lavoro sui cittadini del futuro ed è qui che dobbiamo insegnare ai nostri bambini il valore e il rispetto dei beni pubblici, educandoli al bello e facendoli sentire parte di un’unica comunità”.

“Siamo un gruppo di genitori – spiega la presidente dell’associazione Olimpia Sabato – che quattro anni fa hanno deciso di partecipare attivamente alla vita scolastica attraverso la promozione di forme di aggregazione spontanea, di cooperazione e di solidarietà tra noi. E così, abbiamo deciso di organizzarci in modo da pianificare iniziative culturali e attività ricreative per consentire ai nostri figli di fruire al meglio del loro tempo libero all’interno e in rete con l’istituzione scolastica. Da questa volontà comune è scaturito anche il nostro impegno a reperire i fondi necessari per finanziare queste attività o, come in questo caso, interventi che possano rendere la scuola più bella e accogliente”.

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Bari

 

Cantine Di Gioia
Stolfa Edilizia
Casa Serena Capurso

LASCIA UN COMMENTO