ALL’OFFICINA DEGLI ESORDI A BARI, TRE LIVE CON SATIN DE COMPOSTELA, R.Y.F. E RIZOMAGIC

0
33

DOMANI, VENERDÌ 31 DALLE 21.15 ALL’OFFICINA DEGLI ESORDI A BARI, TRE LIVE CON SATIN DE COMPOSTELA, R.Y.F. E RIZOMAGIC

Terzo appuntamento domani, venerdì 31 dalle 21.15, all’Officina degli Esordi di Bari per OBS, la rassegna “costola” di Experimenta. Le ultime due serata, in programma venerdì 7 e sabato 8 giugno, si terranno invece nel piccolo villaggio allestito al Parco Princigalli di Bari – Mungivacca. Per l’ultima serata di live prevista all’Officina degli Esordi domani, venerdì 31, sarà di scena un trittico particolarmente assortito sia dal punto di vista musicale, che dei contenuti extra. Negli ultimi anni, infatti, la rassegna si è distinta per aver rivolto il suo sguardo, oltre a singolari approcci verso generi consolidati (elettronica e pop su tutti), a tematiche di genere.

Sotto questa elastica veste per coloro che ancora amano coltivare la propria curiosità, la rassegna offre due live che hanno al centro del proprio percorso musicale l’incrocio con le contraddizioni della propria esistenza. Si va dal mix di iconografia del paganesimo slavo e di mitologia dell’essere Queer, Femme e Intersessuale della producer originaria dalla cattolicissima Polonia, Satin de Compostela; alla lotta al body shaming della producer ravennate R.Y.F. (acronimo di Restless Yellow Flowers), per un mix di rabbiosa denuncia, ironia e gioia infilati in una combinazione di suoni dance punk, hip hop e industrial modulati anche attraverso i ragionati virtuosismi della sua chitarra.

Un castello di suoni tenui e, allo stesso tempo, esplosivi e coinvolgenti, con un epilogo di serata con un set che si annuncia altrettanto deflagrante. Il duo colombiano dei Rizomagic, sono i fantasiosi inventori della Cumbia futurista. Ragionando con il fascino esotico di questa musica tradizionale, Serrano e Manrique hanno iniziato ad esplorare le possibili evoluzioni di queste sonorità e si sono accorti che ad alzare i volumi dei beat, quello che viene fuori diventa l’ennesimo abbattimento di confini tra mondi musicali solo all’apparenza lontani.

In questo grande condominio globale, ormai già da tempo tutto si è mescolato e il linguaggio dell’elettronica rende tutto più facilmente possibile. L’incursione tropical futurista dei Rizomagic con i loro incandescenti su e giù tra Sud e Nord del condominio, ne sono la piacevole dimostrazione. Una serata che può essere dell’ottimo cibo per la mente.

REDAZIONE

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.