10 anni di Epos Teatro: il 16 dicembre una tavola rotonda e lo spettacolo ‘Nun me scetà’

0
127

10 anni di Epos Teatro: doppio appuntamento a Polignano 

Tavola rotonda sul futuro degli spazi di rappresentazione 

e lo spettacolo ‘Nun me scetà’ al Teatro Vignola 

16 dicembre 2021 | Polignano a Mare 

Continuano gli appuntamenti per il decimo anniversario dell’Associazione culturale Epos Teatro, che a Polignano a Mare ha portato l’apprezzata rassegna Ad Libitum, nel solcodella consapevolezza della valorizzazione del territorio attraverso la cultura. 

Dopo un primo incontro di approfondimento e l’inaugurazione della mostra videofotografica dedicata al decennale della nascita di Epos Teatro (ancora visitabile negli spazi dell’associazione ‘U Castarill’ fino al 30 dicembre), sono in programma il 16 dicembre due appuntamenti tra studio e arte dello spettacolo.  

Gli appuntamenti del 16 dicembre 

Si parte alle ore 18 con un nuovo focus dedicato al futuro dei luoghi della cultura sul territorio polignanese. Al Teatro Vignola è in programma una tavola rotonda per discutere dei Nuovi spazi di rappresentazione per Polignano a Mare. Un colloquio serrato che vede il direttore artistico di Epos Teatro, Maurizio Pellegrini, dialogare con il sindaco di Polignano a Mare, Domenico Vitto, il dirigente regionale del Dipartimento economia della Cultura, Aldo Patruno, e il sindaco di Mola di Bari, Giuseppe Colonna. “L’obiettivo è capire insieme – spiega Pellegrini – le reali possibilità di creazione o destinazione di un luogo deputato allo spettacolo del vivo, cosa implicherebbe la sua gestione, quale risorsa rappresenterebbe per il paese e per il suo futuro”.  

Non poteva poi mancare nella programmazione uno spettacolo che abbraccia musica e recitazione, secondo la filosofia dell’abbraccio tra le arti che ha connotato l’azione di Epos Teatro in questi 10 anni di lavoro sul territorio. Alle ore 21 va in scena al Teatro Vignola Nun me scetà – Napoli: poesia e sogni. La voce di Maurizio Pellegrini, il mandolino di Valerio Fusillo e la chitarra di Nicola Nesta accompagnano il pubblico in un insolito concerto, una voce lontana che racconta della città più bella del mondo, della sua gente e dei personaggi che l’hanno resa grande. Un viaggio nella produzione poetica e musicale napoletana dal Vincenzo De Pretore di eduardiana memoria alle strofe di Salvatore Di Giacomo e Ferdinando Russo intervallate dai brani più celebri della tradizione ottocentesca e da alcune perle rare del repertorio umoristico della coppia Pisano-Cioffi e di Armando Gill.  

Gli appuntamenti rientrano nella programmazione del Piano straordinario di sostegno alla Cultura della Regione Puglia, denominato ‘Custodiamo la Cultura in Puglia’, approvato con decreto dirigenziale n.80/2020. 

Gli eventi sono a ingresso gratuito, eccetto per lo spettacolo Nun me scetà, che ha un costo di ingresso di 10 euro. È obbligatoria la prenotazione, effettuabile al numero 392 9642809, via mail all’indirizzo info@eposteatro.com o sul sito ufficiale dell’associazione (www.eposteatro.com).  

Per maggiori informazioni si può consultare il sito www.eposteatro.com.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO